centro-bimbi-blog

Vacanze: 4 consigli su dove portare i vostri piccoli

Quando si hanno bambini piccoli molti genitori rinunciano alle vacanze, ma ne vale davvero la pena?

Il rinunciare ad una bella vacanza dipende sia dai genitori che dal bambino, infatti quando si parla di questo argomento le mamme si dividono: ci sono quelle che hanno difficoltà ad andare al supermercato o da parenti distanti pochi chilometri, mentre ci sono quelle che in tutta tranquillità hanno girato il mondo con il loro piccolo.

Lo sappiamo bene che non è facile fare una vacanza con uno o più bambini piccoli. Potrebbero non trovarsi a loro agio o accusare eccessivo stress, piangendo di conseguenza tutto il tempo.

Ma dagli esperti di Centro Bimbi arrivano alcuni consigli, suddivisi per età, su dove andare in vacanza con i propri piccoli, senza rinunciare a comodità, relax e divertimento.

Da 0 a 6 mesi:

Per chi ha bambini piccolissimi la vacanza in camper è una valida opzione. Potete caricare tutto quello che vi serve nel camper così da averlo sempre a portata di mano. I viaggi saranno vantaggiosi visto che potrete portare con voi mezza casa: passeggino, fasciatoio, pannolini e ricambi vari. Inoltre il piccolo può tranquillamente dormire nel seggiolino durante il viaggio, ma se siete alle prime esperienze evitate di andare lontano e preferite luoghi facilmente raggiungibili.

Da 6 mesi ad 1 anno:

In questa fascia d’età molti bebè iniziano ad essere più attivi, a muovere i primi passi e a scoprire il mondo che li circonda. Questo è il momento perfetto per fare una bella vacanza in montagna. A questa età è preferibile al mare, perché così eviterete lo stress di dover continuamente evitare che il piccolo si mangi la sabbia o si scotti al sole. Scegliete magari una località attrezzata,  che offra sentieri facilmente percorribili con il passeggino.

Da 1 anno a 3 anni:

Questa è forse l’età più impegnativa per la gestione dei piccoli in vacanza, perché oltre a dover gestire gli orari delle pappe e del cambio pannolino, il bambino inizia ad essere più autonomo e più vivace, richiedendo un controllo continuo e accurato.

Ai bambini a questa età piace molto giocare, quindi la vacanza al mare è la più gettonata. Possono divertirsi nelle zone giochi per i piccoli, con la sabbia e il secchiello o raccogliendo conchiglie. Ma attenzione all’esposizione al sole, evitate le ore più calde e munitevi di una buona protezione solare.

Dopo i 3 anni:

Dopo i 3 anni i bambini sono molto curiosi e cominciano ad apprezzare quello che piace anche ai genitori, quindi potete sbizzarrirvi su dove andare per le vacanze. Portateli a visitare città d’arte, insegnate loro ad apprezzare un museo, è importante iniziare ad insegnare ai figli la cultura. Ma non dimenticatevi che sono ancora bambini e hanno bisogno di svago. Parchi divertimento o musei specifici per l’infanzia sono perfetti per far svolgere ai propri piccoli attività adatte a loro.

To Top