per wp

Perché i bambini ridono durante la nanna

Già durante le ultime fasi della gestazione, il bambino è dotato di una mimica facciale che gli permette di fare movimenti muscolari che somigliano a pianti e sorrisi, connessi anche allo stato psicologico della mamma durante la permanenza nel suo pancione.

Al di là delle vecchie credenze nelle quali si sostiene che un bimbo durante il sonno sorride perché è in grado di vede gli angeli, in realtà è possibile affermare che questo è un movimento del tutto involontario che rivela un senso di benessere, serenità e gioia del neonato, che può essere amplificato a seguito dell’oscillazione della culla o delle tenerezze da parte di mamma e papà.

In particolare, questo movimento è chiamato “sorriso endogeno” in quanto il bimbo non è ancora in grado di capire il perché delle cose e il sorriso si attiva in maniera naturale in precise situazioni, come la nanna o le coccole.

Ancora per il primo anno di vita, sebbene il sorriso diventi più consapevole, nasce da uno stimolo esterno, come il solletico o l’interazione con giochi divertenti. Solamente nel corso della crescita, il bambino sarà capace di perfezionare la tecnica trasformando il sorriso in una vera e propria risata cosciente e lucida.

 

 

 

 

 

 

To Top