caleb-woods-182648

Metodo Montessori: evitate le punizioni, fate così

Il vostro bambino fa i capricci mentre tentate di fargli indossare le scarpe. “Non voglio!” vi urla mentre scalcia. Più tardi, a pranzo, verserà la minestra a terra, guardandovi in faccia con sorriso beffardo. A questo punto, arrivate allo stremo delle vostre forze, avrete due possibilità: potrete punirlo (ma lo rifarà, ve l’assicuriamo) oppure potrete fare come vi consigliamo. Adottare il Metodo Montessori può davvero rivelarsi utile. Ecco come.

  • Ponetevi con dolcezza

Strano ma vero. Sappiamo che, quando siete arrabbiate, porsi con dolcezza verso il vostro bambino può risultare difficile. Ma non c’è cosa migliore che farlo sentire amato e accettato anche quando siete nervose. Si sentirà ascoltato, accolto e tenderà a non urlare.

  • Spiegategli le conseguenze

Educare in stile montessoriano vuol dire avere pazienza e spiegargli le conseguenze di ciò che succederebbe se non vi ascoltasse. Alcuni esempi?

  1. Rifiuta di mettersi le scarpe quando dovete uscire: ditegli che sarete costrette a lasciarlo a casa da solo e che sarete molto tristi e preoccupate senza di lui.
  2. Rifiuta di mangiare: spiegategli che se non mangerà dovrà andare a letto senza cena. Non costringetelo, fategli sperimentare quanto è brutto non riuscire a dormire per la forte sensazione di fame.
  3. Rifiuta di raccogliere i giocattoli da terra: avvisatelo che, se non li rimetterà in ordine, potrebbero rompersi e dovrete buttarli.

Usare le conseguenze naturali porterà i bambini a prendere le giuste decisioni non per evitare una punizione o per paura, ma perché conosceranno le conseguenze e l’impatto delle proprie azioni. In questo modo i bambini avranno l’opportunità di imparare dall’ordine naturale delle cose.

To Top