Come comportarsi in estate con un bebè? I consigli del SIN

Come comportarsi in estate con un bebè? I consigli del SIN

Come è meglio comportarsi con un neonato durante i caldi mesi estivi?

La Società Italiana di Neonatologia ha voluto sfatare qualche mito e dare qualche consiglio alle mamme un po’ troppo ansiose o spaventate di affrontare le alte temperature con un nuovo arrivato.

Vediamoli insieme:

  • Le destinazione vacanziere non sono off limits

E’ vero, il neonato è piuttosto inadeguato a far fronte alle temperature che si discostano troppo da quella del benessere termico, è vulnerabile in caso di temperature elevate e fortemente a rischio di disidratazione, ma ciò non significa che per le vacanze estive non ci si possa trasferire in una località di mare con un neonato.

Consiglio: non esponetelo mai direttamente ai raggi solari, uscite nelle ore più fresche (prima mattinata o tardo pomeriggio/sera).

  • Al mare il neonato non deve essere molto coperto

Questo sì che è un vero mito da sfatare. Il bebè può essere coperto nelle ore più temperate con indumenti chiari e leggeri, di fibre naturali, che lascino scoperti gli arti. Consiglio: Usate sempre un cappellino che lo proteggerà da eventuali congiuntiviti da esposizione solare.

  • Con il caldo estivo il neonato non deve bere acqua.

Molti ritengono erroneamente che il neonato, con il caldo, debba bere acqua. In realtà questa teoria è falsa poiché una corretta dieta lattea, sempre preferibile se attuata con latte materno, essendo ad elevato contenuto idrico, soddisfa i fabbisogni non solo calorici, ma anche di liquidi necessari a mantenere un adeguato equilibrio idroelettrolitico. Consiglio: chiedete al vostro pediatra come e quando integrare l’acqua al vostro bambino.

  • Attenzione alle punture d’insetti

E’ importante proteggere culle, carrozzine e finestre con zanzariere, evitare invece prodotti repellenti da spruzzare sulla cute e fornelletti vari.

Consiglio: usate baldacchini per culle e passeggini.

To Top