shutterstock15246166

Rischio disidratazione: 5 consigli per far bere di più i nostri bimbi

Quando i bambini giocano e si divertono si dimenticano di tante cose, spesso anche di bere, con evidenti rischi per la loro salute specie nei giorni più caldi dell’estate.
Per ovviare a questo problema, Alessandro Zanasi, dell’Osservatorio Sanpellegrino, dà cinque consigli ai genitori per aiutarli ad affrontare la stagione estiva con tranquillità e serenità.
1) Attrezzarlo bene. Mettergli sempre una bottiglietta d’acqua nello zainetto, magari con un paio di cubetti di ghiaccio per essere sicuri che sia sempre ben fresca.
2) Lasciargli un bicchiere d’acqua sul comodino mentre disegna o guarda la televisione, e stare attenti che sia sempre pieno.
3) Fare lo stesso di notte, in modo che non abbia problemi a soddisfare le sue esigenze in caso si svegli per la sete.
4) Stare attenti che beva durante i pasti, ma evitate il più possibile bevande gassate e zuccherine, che inibiscono la sete ma fanno ingrassare.
5) Rendere l’acqua attraente con cannucce colorate e bicchieri variopinti, in modo da catturare la sua attenzione e farlo bere più spesso.

Leggi tutto
ima-li-ista-sladje-od-usnulih-nasmijesenih-novorodjencadi_1425985988_1

Mio figlio dormirà? 4 consigli per una perfetta nanna

La prima domanda che coglie i neo genitori è sempre una: ma mio figlio dormirà?
È importante a questo proposito ricordare che i bambini hanno un ritmo biologico diverso dal nostro che li porta spesso a dormire di giorno e stare svegli la notte, con conseguente perdite di sonno da parte dei genitori. Ma ci sono dei piccoli accorgimenti che puoi adoperare per limitare i danni e godere ogni tanto di un prolungato sonno notturno. Eccoli qui.
• Una buona poppata e un bagnetto sono ovviamente le prime cose da fare. Perché permettono a tuo figlio di rilassarsi e risolvono tutte le esigenze primarie che potrebbero disturbare il suo riposo.
• Una ninna nanna o la lettura di una storia. Anche se è troppo piccolo per capire le parole sarà infatti il suono rassicurante della vostra voce a calmarlo e tranquillizzarlo.
• Evitare che dorma troppo di giorno. Svegliarlo delicatamente e farlo giocare dopo circa 30 min di pisolino in modo che non accumuli troppo sonno e quindi stia sveglio la notte.
• Evitare di allattarlo al seno mentre dorme. Se infatti prende questa cattiva abitudine quello dell’allattamento notturno sarà un obbligo da cui difficilmente riuscirete a liberarvi prima di due o tre anni, con evidenti problemi poi per il vostro riposo notturno e per l’intimità della coppia.

Leggi tutto
togliere-pannolino-centro-bimbi

Togliere il pannolino: ecco quando e come farlo al meglio

Togliere il pannolino è molto importante per la crescita di nostro figlio. Ma quand’è il momento giusto? E come farlo al meglio? Ecco i consigli di Centro Bimbi che risponderanno alle vostre domande.

Ogni bambino ha il suo tempo. In genere si parla di togliere il pannolino intorno ai 2-3 anni ma ancora più importante dell’età è capire se il nostro piccolo ha acquisito la consapevolezza della sua vescica e di cosa deve fare quando la sente piena.

Leggi tutto
Il video dei papà che fanno Kanga Training che fa sorridere il web

Il video dei papà che fanno Kanga Training che fa sorridere il web (VIDEO)

Non si vedono di certo tutti i giorni dei papà ballare con i propri figli in un corso di danza. Ecco spiegato perché questo video è diventato virale superando i le 10 milioni di visualizzazioni. Si tratta del “Kanga training” una disciplina praticata negli Stati Uniti che piace tanto alle mamme e, a quanto pare, […]

Leggi tutto
To Top