bimbi paura

3 modi per combattere la paura del buio dei vostri bimbi

Quella del buio è una paura che si manifesta nei bambini generalmente tra i 2 e i 6 anni di età: fa parte del loro normale processo di crescita. Mentre il neonato non ha paura dell’oscurità perché è abituato a stare al buio nel ventre della mamma, a quest’età, invece, il bambino inizia a fare le prime esperienze di percezione di sé. Si accorge di avere una certa vulnerabilità, sente la paura di essere abbandonato, avverte il timore di perdere dei riferimenti e inizia a percepire la sua debolezza. La paura del buio diventa così un grande contenitore nel quale far confluire tutti i suoi timori e il momento della nanna diventa un vero e proprio incubo. Ecco 3 modi per combattere questa paura e far dormire sereni i vostri piccoli.

  1. Empatizzate con la loro paura

Nelle interazioni che l’adulto ha con un bambino che ha paura del buio, dovrebbe sempre empatizzare. È importante stare in modo empatico sulla paura attraverso la condivisione emotiva. Piuttosto che dire loro frasi del tipo “ma non c’è nessun mostro!”, è bene dire frasi del tipo “mamma mia, non è poi così brutto questo mostro”. Questa è la chiave principale per affrontare la paura dei bambini.

  1. Raccontate le vostre esperienze

Per i piccoli è importante avere degli esempi capaci di comunicargli che ciò che sentono è quello che un tempo anche i loro genitori o gli altri adulti di riferimento hanno sentito in passato. Nel nostro narrare, nelle nostre storie e nelle esperienze, i bambini si rispecchiano e si consolano.

  1. Esorcizzate la paura attraverso le favole e i giochi

Per aiutarli a superare la paura che il buio provoca in loro, provate a raccontargli una favola prima che si addormentino oppure a condividere insieme a loro dei giochi che li aiutino a tirar fuori l’emozione che provano. Ad esempio, spingeteli a disegnare e a rappresentare su un foglio di carta che cosa gli fa paura, tagliate poi il foglio in tanti pezzi e bruciatelo insieme a loro in un vaso.

To Top